Salta il menù di navigazione

Contenuto pagina

CONTRIBUTI LEGGE REGIONALE N.23/99 ANNO 2018.

CONTRIBUTI LEGGE REGIONALE N.23/99 ANNO 2018.

Regione Lombardia e conseguentemente le ATS (ex ASL), hanno  pubblicato i bandi 2018, rifinanziando la legge regionale n.23/99 che consente ai disabili o ai soggetti con disturbi speciali dell’apprendimento, di usufruire di un parziale contributo per l’acquisto di apparecchiature e/o impianti di domotica, di ausili o strumentazioni tecnologiche (non compresi nel nomenclatore tariffario nazionale O solo parzialmente FINANZIATI DA ALTRE LEGGI REGIONALI O NAZIONALI A FAVORE DEI DISABILI),  acquistate direttamente, noleggiate, o in leasing, dal disabile.

- Possono partecipare al presente bando i soggetti residenti in Lombardia che, al momento della presentazione della domanda, posseggano i seguenti requisiti:

 minorenni o adulti disabili;

 minorenni o giovani maggiorenni (entro il 25°anno di età) con disturbo specifico di apprendimento (DSA)ai sensi della l.r. 4/2010;

 con un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a 30.000,00 euro;

 che non hanno ricevuto il contributo per l’acquisizione di strumenti tecnologicamente avanzati ai sensi della l.r. 23/1999 nei 5 anni precedenti la misura

e nella stessa area, tranne nel caso in cui l’ausilio/strumento, anche se appartenente alla stessa area, sia diverso da quello per il quale era stato concesso

il precedente contributo.

Ogni beneficiario può presentare una sola domanda. Nel caso di famiglie dove sono presenti più minori possibili beneficiari e/o con problematiche differenti

ovvero con disabilità/difficoltà simili ma necessitanti di ausili diversi, è possibile la presentazione di più domande.

Tale possibilità è riconosciuta anche nelle situazioni di adulti disabili o giovani maggiorenni con DSA appartenenti allo stesso nucleo familiare nel caso

necessitino di ausili diversi.

- Il presente bando non prevede scadenza per la presentazione delle domande, che possono quindi essere presentate fino ad esaurimento dei fondi disponibili destinati alla propria ATS e suddivisi nelle rispettive categorie. Per le domande presentate a fondi esauriti, l’ATS, comunicherà all’interessato che la propria domanda è respinta per esaurimento fondi; si consiglia pertanto di contattare la propria ATS prima di predisporre la domanda.

- Le quattro Aree di intervento previste dall'attuale bando sono:

 Area Domotica: tecnologie finalizzate a rendere maggiormente fruibile e sicuro l’ambiente di vita della persona disabile e a ridurre il carico assistenziale di chi se ne prende cura;

 Area Mobilità: adattamento dell’autoveicolo (di proprietà o in comodato d’uso sia del familiare che del disabile) al fine di garantire il trasporto della persona nei luoghi di lavoro o di socializzazione;

 Area Informatica: personal computer o tablet solo se collegati ad applicativi necessari a compensare la disabilità; sono esclusi cellulari, smartphoni, telecamere, lettori DVD e orologi touch polifunzionali.

 Area Altri Ausili: ausili o Strumenti/ausili non riconducibili al Nomenclatore Tariffario.

- La spesa minima ammessa è di € 300 e quella massima è di € 16.000; L'ammontare della spesa rimborsabile è pari al 70% del totale della spesa sostenuta entro i limiti ammessi, detratto il finanziamento eventualmente ottenuto da enti pubblici in applicazione di altre normative.

Per il personal computer da tavolo o tablet, comprensivo di software specifici, il contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, è di € 400,00;mentre per il personal computer portatile, comprensivo di software specifici, il contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, è di € 600,00;

- L'utente, sulla stessa area può presentare domanda ogni cinque anni, mentre è possibile presentarla senza questo limite su area differente. è invece possibile ripresentare domanda per la stessa area, senza il vincolo che siano trascorsi i suddetti cinque anni e con l'opportuna documentazione probante, solo nel caso in cui, l'ausilio o impianto finanziato sia stato rubato, si sia irrimediabilmente guastato, o se lo specialista medico ravvisi la necessità di un suo aggiornamento per adeguarlo alle mutate condizioni dell'utente. 

- le spese ammesse al finanziamento debbono essere comprovate da fattura o ricevuta fiscale nominativa, emesse in data non anteriore al 24 ottobre 2018; pertanto, coloro che sono in possesso di documentazione fiscale antecedente a questa data,non possono presentare alcuna domanda. Possono invece presentare domanda con documentazione fiscale emessa dal primo gennaio al 23 ottobre 2018, solo coloro la cui domanda sul precedente bando era stata non accolta per mancanza di fondi. Si ribadisce che non è valido lo scontrino di cassa, in quanto non è per legge ritenuto documento fiscale intestato, poiché non è nominativo.

- La domanda di partecipazione, Redatta in carta libera su apposito modello, deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informatica Bandi regionali online all’indirizzo  www.bandi.servizirl.it.

Per utilizzare tale piattaforma occorre prima registrarsi.

Al completamento del caricamento e dell’invio della domanda, il sistema rilascia data, ora e numero di protocollo; mentre all’indirizzo mail del richiedente, viene inviato un codice identificativo della pratica, da utilizzare quale elemento di riferimento.

La domanda deve essere Corredata dai seguenti allegati:

  1. Preventivo o documentazione fiscale di acquisto, o contratto di rateizzazione o di leasing
  2. certificato del medico specialistico ovvero del prescrittore, attestante la congruità dell’ausilio rispetto agli obbiettivi di miglioramento della qualità di vita dell’interessato in rapporto alla sua condizione di disabilità
  3. certificazione ISEE (ordinaria familiare (per i soggetti con disturbi speciali di apprendimento), o sociosanitaria della persona disabile; nel nostro caso raccomandiamo di presentare quest’ultima, in quanto è più favorevole.

Non è più ammessa la dichiarazione provvisoria dell’ISEE (DSU), ma solamente quella in corso di validità, in quanto coloro che superano un ISEE di € 30.000,00, non possono presentare nessuna domanda. Pertanto coloro che sono in possesso di una certificazione ISEE scaduta, prima di poter inoltrare la domanda, devono provvedere a farsi rilasciare un nuovo certificato ISEE.

Le domande saranno prese in carico da ATS, rigorosamente secondo l’ordine di presentazione.

- L’ATS effettuerà controlli sui requisiti autocertificati dichiarati nel modulo di domanda e potrà richiedere ai beneficiari chiarimenti/integrazioni utili a valutare l’efficacia dell’intervento. In tal caso i termini dell’istruttoria verranno sospesi. I soggetti beneficiari saranno tenuti a rispondere nei termini e nei modi di volta in volta indicati dagli uffici ATS e/o regionali.

- data la non semplice gestione di queste pratiche, che ribadiamo devono essere presentate esclusivamente telematicamente sulla complessa piattaforma on line regionale e che per alcune operazioni risulta essere importante l’ausilio di un supporto visivo, sconsigliamo vivamente il “fai da te”, ma raccomandiamo di passare tramite i nostri uffici sezionali.

Per ulteriori informazioni e per reperire i moduli necessari, rivolgersi agli uffici sezionali.

Per agevolare al massimo i disabili visivi bergamaschi, come gli scorsi anni, la nostra sezione ha attivato un servizio di consulenza E assistenza, su appuntamento, per l’espletamento delle domande previste da questa legge.

La documentazione necessaria all'inoltro di questa domanda, oltre che presso i nostri uffici sezionali, è disponibile anche sul sito internet della nostra ATS,  all'indirizzo: www.ats-bg.it.

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile contattare anche l’ufficio ATS preposto:

scrivendo all'indirizzo mail:  servizio.disabili@ats-bg.it 

o contattare i seguenti recapiti telefonici 035 385379 - 035 385249 - 035 385251 - 035 385374.

- Per l'assistenza tecnica sull'utilizzo del servizio on line della piattaforma Bandi online scrivere a bandi@regione.lombardia.it o contattare il n. verde 800.131.151 attivo dal lunedì al venerdì, escluso i festivi, dalle ore 10:00 alle ore 20:00.