Salta il menù di navigazione

Contenuto pagina

TRENITALIA: CARTA BLU, VANTAGGI PER I NON VEDENTI.

TRENITALIA: CARTA BLU, VANTAGGI PER I NON VEDENTI.

Informiamo con piacere che, Trenitalia ha esteso i vantaggi per le persone disabili visive, anche alla “Carta Blu”, che così si affianca e non sostituisce gli ormai noti benefici della cosiddetta “Concessione terza”, ottenibili tramite il consueto tesserino (modello 28C).

Poiché questa novità aveva ingenerato qualche elemento di incertezza e confusione, vediamo di seguito di fornire gli elementi utili a fare chiarezza.

  1. Il modello 28/C rimane valido con i benefici di prima, sia per il viaggio singolo che per quello con accompagnatore e il suo rilascio gratuito rimane dicompetenza delle sezioni territoriali dell’Unione, facendone semplice richiesta verbalmente. Tale rilascio, per i non soci o per coloro che non sono in regola con il tesseramento, può avvenire solamente dietro presentazione di documento personale in corso di validità e del verbale di prima istanza del riconoscimento della disabilità visiva.

Ricordiamo che il modello 28C, prevede, per la sola parte chilometrica e non per le altre componenti del biglietto (esempio supplemento intercity oalta velocità), se accompagnati, il rilascio di due biglietti al prezzo di uno; mentre se il disabile visivo viaggia solo, il rilascio di un biglietto scontato del 20%.

2) La nuova carta blu può, invece, essere rilasciata soltanto dagli uffici assistenza, o, se non presenti, dalle biglietterie ferroviarie.

Vale solamente per i viaggi con accompagnatore, comprende anche tutte le voci dei biglietti freccia, esclusa la prenotazione.

La Carta Blu è gratuita e valida cinque anni. Consente di far viaggiare gratuitamente l’accompagnatore. Per i viaggi sui treni Intercity, Intercity Notte, Frecciabianca, Frecciargento e Frecciarossa, in 1^ e in 2^ classe, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e nei servizi cuccetta o vagone letto, viene rilasciato un unico biglietto Base al prezzo intero, valido per il titolare e il suo accompagnatore.

Nel caso di treni regionali viene rilasciato un unico biglietto a prezzo intero a tariffa regionale o tariffa regionale con applicazione sovraregionale, valido per due persone.

Ricordiamo che per i residenti in Lombardia, sui treni regionali (solo in seconda classe), conviene utilizzare la carta regionale dei trasporti (IVOL).
Con la Carta Blu, Sono comunque esclusi dalle riduzioni il livello di servizio Executive e le vetture Excelsior.

Per i viaggi sui treni nazionali, se il titolare della Carta Blu è un bambino (fino a 15 anni non compiuti), il biglietto viene emesso con lo sconto del 50% e l’accompagnatore – che deve essere maggiorenne - viaggia sempre gratuitamente.

Per ottenere la carta blu, occorre presentare la seguente documentazione:

  • Fotocopia verbale di cecità,
  • Fotocopia documento di identità personale in corso di validità,
  • Modulo “Carta Blu” debitamente compilato e sottoscritto dal richiedente in conformità alla normativa in materia di protezione dei dati personali.

3) Per viaggiare senza accompagnatore conviene quindi il modello 28C, sul cui rilascio e sui cui benefici non è cambiato nulla.

4) Per quanto riguarda i ciechi parziali e gli ipovedenti  titolari di indennità la presidenza nazionale ha già affrontato il problema con FS, perchè nella prima emissione della carta blu, venivano citati soltanto i ciechi assoluti beneficiari di indennità di accompagnamento. Oltre a sollevare il problema discriminatorio sono stati inviati i facsimili di tutti i tipi di verbale afferenti alle diverse leggi.

 Ciononostante possono ancora presentarsi problemi presso le biglietterie. Pertanto, I casi ci vanno segnalati, affinchè li possiamo rappresentare e risolvere singolarmente, tramite i contatti diretti della nostra presidenza nazionale con l’apposito ufficio di Trenitalia.