Salta il menù di navigazione

Contenuto pagina

UN MANUALE SULL’ALLATTAMENTO ACCESSIBILI ALLE MAMME DISABILI VISIVE.

UN MANUALE SULL’ALLATTAMENTO ACCESSIBILI ALLE MAMME DISABILI VISIVE.

Grazie a un accordo tra La Leche League Italia, Associazione di volontariato che si dedica al sostegno delle mamme che desiderano allattare, e l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), è stata realizzata una versione audio del manuale L’arte dell’allattamento materno, edito, per l’appunto, da La Leche League Italia. Il nuovo formato viene distribuito gratuitamente alle neomamme cieche o ipovedenti, e alle loro famiglie, previa registrazione al sito dell’UICI O RIVOLGENDOSI ALL’UFFICIO STAMPA ASSOCIATIVA DELLA NOSTRA SEDE CENTRALE.
Pubblicato negli Stati Uniti sessantaquattro anni fa con il titolo The womanly art of breastfeeding, il manuale è stato tradotto in moltissime lingue e ha venduto milioni di copie. L’attuale edizione italiana, revisionata nel 2019, è la traduzione dell’ottava edizione americana.
L’opera nasce dagli appunti di un gruppo di sette donne che in un parco nell’Illinois iniziarono a scambiarsi le loro esperienze sull’allattamento e decisero di metterle a diSposizione delle altre mamme per aiutarle in questa pratica.
Si tratta di «un testo che si distingue da tutti gli altri in commercio per contenuti scientifici, affidabilità e linguaggio. Altri milioni di madri troveranno, tra queste righe, proprio ciò che cercano. Troveranno quelle parole che le rassereneranno in un momento pieno di emozioni intense e meravigliosamente contrastanti come lo è il divenire madre, accogliere un bambino, crescerlo, allattarlo», si legge nella scheda di presentazione del manuale, pubblicata nel sito di La Leche League Italia.
Un particolare ringraziamento alla signora Mariadele Cinquegrani che ha messo a disposizione la propria voce per ben 1.174 minuti!».
Entusiasta il commento di Mario Barbuto, presidente nazionale dell’UICI, che ha osservato tra l’altro: «La realizzazione di questo manuale dedicato alle donne, per la prima volta in Italia e in una lingua diversa dall’inglese in forma di audiolibro, è una conferma dell’utilità del servizio e della vicinanza dell’UICI a tutte le persone con disabilità visiva e qui in specifico al genere femminile, particolarmente preziosa oggi più di sempre, in periodo di pandemia e di emergenza che ha accentuato il rischio di isolamento e di solitudine, soprattutto per gli individui più fragili, che noi vogliamo invece rappresentare e tutelare nel modo più giusto».